Beauty Blog

Visita dal Nutrizionista: in cosa consiste?

Settembre 14, 2020 By

Partiamo dal presupposto che ogni specialista articola le proprie visite nel modo in cui preferisce, quindi in qualsiasi visita specialistica subentra la personalizzazione da parte del medico o professionista sanitario. In questo articolo, vi spiegherò come si articola una mia visita.
Il percorso è suddiviso in 3 fasi:
1) IL PRIMO INCONTRO
2) LA CONSEGNA DEL PIANO ALIMENTARE
3) I CONTROLLI PERIODICI

PRIMO INCONTRO: CONOSCIAMOCI MEGLIO
Partiamo dal primo incontro, il cui fine è quello di eseguire una completa valutazione dello status nutrizionale del soggetto per poi poter elaborare un piano alimentare strettamente personalizzato in base alle esigenze fisiopatologiche del paziente. La prima visita ha una durata complessiva di circa 60 minuti, che sono strutturati nei seguenti momenti:
 un’anamnesi alimentare del soggetto, che mira a stimare il suo introito calorico, le sue abitudini alimentari e il suo stile di vita;

 un’anamnesi ponderale, ovvero una raccolta di informazione sulla storia del peso del paziente nel corso della sua vita e anche su eventuali approcci dietetici pregressi;

 un’anamnesi patologica del paziente, ovvero una valutazione sull’eventuale presenza di patologie e un’indagine familiare, al fine di individuare, qualora siano presenti, patologie ereditarie e cercare ove possibile di prevenirle con l’alimentazione;

 il rilevamento di misure antropometriche quali peso, altezza, circonferenze corporee e plicometria;

 valutazione della composizione corporea attraverso un’analisi bioimpedenziometrica (BIA), per valutare la quantità di massa magra e massa grassa, la quantità di acqua totale corporea e dunque lo stato di idratazione;

 discussione sugli obiettivi che il paziente intende raggiungere e su eventuali indicazioni fornite al fine di impostare un programma alimentare che sia il più possibile sostenibile dal paziente in base alle sue esigenze di vita e lavorative;

 educazione alimentare, ossia una serie di strategie e consigli alimentari specifici atti a fornire delle linee guida nell’ambito nutrizionali finalizzate al miglioramento dello stile di vita.
*Ricordo sempre ai miei pazienti che è caldamente consigliato portare con sé al primo incontro: una copia delle analisi del sangue, possibilmente recenti e referti di diagnosi di patologie accertate eventualmente presenti.

CONSEGNA DEL PIANO ALIMENTARE: TEMPI e MODALITÀ
I dati raccolti durante la prima visita permetteranno di ottenere:
 una stima del Metabolismo Basale e del Fabbisogno energetico giornaliero

 l’individuazione del peso ideale

 la stesura di un Piano Nutrizionale Personalizzato con eventuali consigli su integrazione ed esercizio fisico

La consegna del Piano Nutrizionale Personalizzato avviene dopo pochi giorni dalla prima visita e potrà essere consegnato a mano in un secondo incontro del tutto gratuito in cui il nutrizionista analizzerà il piano con il paziente e gli fornirà tutte le indicazioni necessarie per poter iniziare il nuovo percorso alimentare.
Per chi lo ritenesse più comodo, il piano nutrizionale insieme alle misurazioni effettuate durante la prima visita, verrà inviato tramite e-mail.
**Come dico e ripeto sempre ai miei pazienti, per qualsiasi dubbio, chiarimento o modifica, rimango a disposizione.

I CONTROLLI: LA LORO IMPORTANZA NEL PERCORSO NUTRIZIONALE
I controlli hanno una durata complessiva che va dai 30 ai 40 minuti e la loro frequenza viene stabilita dal nutrizionista in base al caso in esame e alle esigenze del paziente.
Ad ogni controllo verrà analizzato l’andamento del percorso nutrizionale del paziente attraverso la valutazione delle misure antropometriche e della composizione corporea. In base ai risultati ottenuti il nutrizionista valuterà se occorre apportare modifiche o meno.
Inoltre la regolarità degli incontri con il nutrizionista è di fondamentale importanza per chi intraprende un nuovo percorso alimentare in quanto non solo fornirà al paziente un valido supporto pratico con dei consigli e suggerimenti che lo aiuteranno ad affrontare al meglio la quotidianità, ma gli verrà garantito anche un valido sostegno psicologico, dandogli la giusta carica e motivazione.

Dott.ssa Sartorio Vanna